Breve aggiornamento sul “trattamento” di Astrazeneca, anch’esso tanto sicuro quanto efficace.

E’ stato sospeso per le donne incinta in Brasile dopo il decesso di una donna di 35 anni in gravidanza (sesto mese) e che aveva avuto la brillante idea di vaccinarsi; morta per arresto cardiaco. Non so cosa ne sia stato del bimbo che aveva in grembo.

Intanto un gruppo di ricercatori ha effettuato uno studio preliminare sugli effetti collaterali del “trattamento” Astrazeneca in Norvegia e Danimarca (su persone dai 18 ai 65 anni). Ne risulta che per tale componente demografica:

  • la probabilità di trombosi venosa è dello 0,011% (cioè 110 trombosi venose ogni milione di “vaccinazioni”)
  • la probabilità di trombosi venosa cerebrale è dello 0,0025% (cioè 25 trombosi venose cerebrali ogni milione di “vaccinazioni”) che corrisponde a 23 volte il dato statistico normale
  • la probabilità di emorragia cerebrale è dello 0,0017% (cioè 17 emorragie cerebrali ogni milione di “vaccinazioni”)

La Norvegia ha sospeso definitivamente il programma Astrazeneca (come aveva già fatto la Danimarca), mentre quello di J&J risulta ancora semplicemente sospeso; queste le parole del responsabile del comitato di esperti norvegese:

non raccomandiamo l’utilizzo di questi vaccini nel programma nazionale di vaccinazione a causa dei gravi effetti collaterali che abbiamo osservato

Ciò nonostante, l’EMA e l’OMS ancora raccomandano l’utilizzo di questi due “trattamenti”. sebbene l’Unione Europea non abbia più fatto nuovi ordini da Giugno 2020 (ma vi potrebbero ancora somministrare qualche dose dai lotti già approvvigionati).

Questo per quanto riguarda alcuni degli effetti collaterali di breve termine attesi dal trattamento Astrazeneca; ci sono altri studi in corso sugli effetti collaterali sul sistema nervoso.

Per i “trattamenti” delle altre case produttrici non saprei, ma non sarei ottimista.

Insomma, se intendete vaccinarvi con Astrazeneca per potere finalmente andare in vacanza, fatevi due conti. Qui l’articolo pubblicato dal Defender con i link alla ricerca.

Ah, dimenticavo. Questi “trattamenti” ve li dovrete fare tutti gli anni più volte l’anno, nel caso non vi fosse giunta la lieta novella, quindi i conti fateli anche con un po’ di prospettiva.

Un caro saluto.