Zika, la sorella gemella di Ebola

L’anno scorso è stata emergenza Ebola in Liberia e Sierra Leone. Emergenza inventata dai media americani (in primis il Wahinghton Post), attraverso i dati WHO taroccati dal CDC (l’istituto superiore della salute US). Emergenza che ha poi fruttato, casualmente, contratti miliardari alla General Electric statunitense nonché il ruolo di salvatore dell’umanità degli USA, patria dei vaccini “in grado di combattere il virus”; virus debellato però con tradizionalissimi mezzi, noti dal lontano 1976. Ma tant’è gli USA hanno ristabilito un ruolo geostrategico in terra d’Africa, continente sempre più Cinese.

mosquito

Adesso arriva Zika nel Sud America sempre più BRICS, già messo in ginocchio dalla crisi petrolifera made in US/Arabia Saudita e dall’opportuno rialzo dei tassi d’interesse sul Dollaro. Il Venezuela è già caduto e il governo brasiliano traballa.

A presto il vaccino Zika made in US e la foto del politico verdeoro a braccetto con Obama.

Annunci

E ben venga l’utero in affitto

o no?

Osservo con curiosità, la levata di scudi per il materializzarsi dello spettro dell’utero in affitto, cioè la “mamma surrogata” come si suol dire, come conseguenza della possibile legalizzazione della famiglia omosex; non coppia omosessuale ma genitorialità omosessuale.

Cos’è? Adesso non vi piace il femminismo? Quando demolisce per 4 decenni la figura paterna, tutto tace però, vero?

Eh, ma la mamma è sempre la mamma. Sarà, ma per qualcuno è retaggio antropologico.

E allora ben venga la madre surrogata, pardon, l’utero in affitto. E sia benedetta la Step Child Adoption, pardon, il padre in affitto.

Cos’è questa cagnara? Silenzio, please.

Se va bene la banca del seme allora ben venga la banca dell’utero!

Tacete quindi, il progresso esige il silenzio.

 

Quante femministe servono per cambiare una lampadina?

Dodici. Cambio-lampadina

1- Una per svitare la lampadina.

2- Una per condannare gli uomini per aver creato la necessità della luce.

3- Una per dare la colpa agli uomini di aver inventato strumenti di illuminazione così inaffidabili.

4- Una per suggerire che l’atto di svitare la lampadina ricorda troppo lo “stupro”.

5- Una per ricordare la forma fallica della lampadina.

6- Una per dare la colpa agli uomini di non aver cambiato la lampadina.

7- Una per incolpare gli uomini di aver provato a cambiare la lampadina invece di lasciarlo fare a una donna.

8- Una per condannare gli uomini per aver creato una società che scoraggia le donne dal cambiare le lampadine.

9- Una per condannare gli uomini per aver creato una società in cui le donne cambiano troppe lampadine.

10- Una per reclamare una società in cui le “cambiatrici” di lampadine guadagnino quanto gli elettricisti.

11- Una per informare i media che le donne cambiano le lampadine meglio degli uomini.

12- Una per fare delle foto da mettere sul proprio blog come prova che gli uomini non sono necessari.

 

Se solo fosse…una barzelletta.